Eccoci al secondo appuntamento con la guida pratica per lanciare una campagna promozionale su Facebook. Se ti sei perso la prima puntata la trovi a questo link.
Dopo aver scelto l’obiettivo e definito la audience di riferimento, è il momento di decidere dove verranno visualizzati gli annunci e quanto vorremo spendere.

5. Il placement, ovvero dove saranno pubblicati i tuoi annunci

È importante sapere che tramite il pannello di Facebook è in realtà possibile creare annunci anche su Instagram e Messenger. A seconda dell’obiettivo che abbiamo scelto al punto 3, avremo a disposizione 7 placement diversi per il nostro annuncio. I principali sono:

Feeds: l’annuncio per eccellenza, quello che compare nella colonna centrale degli utenti quando accedono al social network.

Instant articles: il tuo ad sarà visualizzato all’interno degli instant articles, il nuovo formato proprietario di Facebook per la pubblicazione degli articoli. A questo link puoi trovare maggiori informazioni.

In-stream videos: se come obiettivo della tua campagna hai scelto video views, brand awareness o post engagement il tuo annuncio potrà essere visualizzato come inframmezzo di video live o non live (stile”pubblicità” classica). Come specifica Facebook in questo articolo, gli annunci sono impostati per interessi; quindi utenti che vedono lo stesso video potranno visualizzare annunci diversi in base ai propri interessi.

Right column: nella colonna che vedi a destra quando accedi al tuo profilo Facebook.

Audience network: la rete di partner (soprattutto app iOS e Android).

Instagram e Messenger: rispettivamente la piattaforma di immagini di Facebook e quella per lo scambio diretto di messaggi.

Ricapitolando, in base alla tua strategia e all’obiettivo dei tuoi annunci potrai scegliere i posizionamenti migliori per la tua campagna. Smarcato questo punto, potrai passare all’impostazione del budget.

6. La gestione del budget

Per prima cosa ti sarà chiesto se impostare un budget giornaliero o lifetime, cioè per tutta la durata della campagna. Tieni a mente che il budget minimo giornaliero è di 5€ per ad set (se non ti ricordi cos’è un ad set vedi il punto 2 nella prima parte di questa guida). Se opterai per un budget lifetime, dovrai anche impostare la data di termine della campagna.

Successivamente dovrai impostare altri parametri un po’ più avanzati. Se è la tua prima volta con Facebook ads ti consigliamo di lasciare selezionate le opzioni di default.

7. Crea il tuo annuncio

A questo punto (finalmente!) puoi creare l’annuncio vero e proprio, quello che vedranno gli utenti. Al momento sono disponibili 5 formati diversi, tra i quali puoi scegliere sulla base degli asset grafici a tua disposizione. È sempre consigliabile creare almeno 2/3 versioni dello stesso annuncio, Facebook si occuperà di selezionare quella più efficace per il target che hai definito.

In generale è bene tenere a mente due principi:

a) La qualità paga

Sia per i video, che per le immagini è importante utilizzare risorse di buona qualità. Dimenticati le immagini di stock con businessman sorridenti, e anche gli omini bianchi 3D, che fanno molto anni ’90:

Se non hai a disposizione un dipartimento grafico o dei fotografi, non disperare. Siti come pexels.com (in inglese) potranno aiutarti a trovare immagini ad alta qualità libere da copiright, che potrai utilizzare senza preoccupazioni.

b) Rispetta le linee guida

A giudicare da quello che si vede pubblicare, molte persone non sono a conoscenza che ogni formato di Facebook ha dei requisiti di dimensione. Ad esempio, sapevi che le dimensioni raccomandate per le immagini preview degli articoli sono 1200×628?

A questo link trovi un’infografica completa con tutte le dimensioni raccomandate: rispettale per evitare brutte sorprese.

8. Analizza i report e ottimizza la strategia

Dopo aver lanciato gli annunci il tuo lavoro… è appena cominciato. Non penserai di startene con le mani in mano ad aspettare che il tuo budget si esaurisca, senza ottimizzare la tua strategia? Non ci stancheremo mai di ripetere che l’unico marketing che funziona è quello guidato dai numeri.

Fortunatamente Facebook mette a tua disposizione una miriade di dati, forse addirittura troppi se non sai cosa andare a cercare. Su questo argomento potremmo scrivere interi articoli (a proposito, cliccando su questo link puoi richiederne uno), ma oggi ti consigliamo questo approccio molto semplice che può portare a ottimi risultati.

Per prima cosa, accedi all’advert manager o al power editor. Entra quindi nella campagna che ti interessa, e all’interno della schermata che di aprirà seleziona l’ad set che ti interessa e clicca sulla tendina “breakdown”. Scegli quindi una metrica, ad esempio sesso o età:

In questo modo potrai vedere quale categoria di utenti ha reagito meglio al tuo annuncio, e di conseguenza restringere ulteriormente la tua audience. Ad esempio, se in prima battuta avevi impostato come target uomini e donne di almeno 25 anni, grazie a questa funzione potresti scoprire che la categoria che risponde meglio al tuo annuncio sono le donne tra i 25 e i 35 anni.

A questo punto potrai modificare le impostazioni del tuo ad set, in modo da concentrare gli sforzi ed il budget sulla categoria di persone più reattive.

ATTENZIONE: Prima di fare qualsiasi ragionamento di ottimizzazione assicurati di avere una mole di dati sufficiente per giungere a conclusioni con un minimo di significatività statistica.

Bene, adesso hai tutte le informazioni che ti servono per lanciare la tua prima campagna. In bocca al lupo!

Vuoi iscriverti alla newsletter di Digital Pills?

* campi obbligatori