Scopriamo oggi con questo articolo cos’è Google Analytics 4 e quali sono le sue principali novità.

In passato, quando volevi misurare alcuni parametri del tuo sito dovevi usare la versione di GA apposita per il tracking dei dati sui siti web.

Se invece volevi misurare i dati riguardo l’uso della tua App dovevi usare Google Analytics per Firebase oppure Google Analytics APP view (creato mediante una property GA separata rispetto a quella del sito web).

Non esisteva un modo facile di mettere insieme i dati di app e sito in un report unico. Tuttavia, con la nuova property di GA4, è tutto cambiato .

Google Analytics ora ti permette di integrare i dati riguardo l’uso di app e sito in un’ unica property. Questa nuova property si chiama “Google Analytics 4” ed è disponibile per l’uso quando crei una nuova property su GA.

Se hai sia un’ app che un sito e vuoi conoscere l’iter degli utenti che sono arrivati a comprare, oppure anche solo l’engagement dei tuoi utenti rispetto alla tua app o al tuo sito sito, dovresti iniziare a usare la property GA4.

Anche se non hai un’ app mobile, Google consiglia comunque di passare alla nuova versione di GA di usare la property GA4 in parallelo alla GA3, poiché questa riceverà pian piano sempre meno supporto a partire da oggi.

Puoi usare e tratte tutti i vantaggi dalla nuova piattaforma GA4 anche se non hai un’app. Ci sono un’altra miriade di novità, le puoi trovare tutte in questo articolo.

GA4 non rimpiazzerà GA3 tanto presto perché è ancora in fase beta, quindi continua a conservare e usare la tua GA3 come hai fatto finora.

La view che crei nella property GA4 si chiama “GA4 view”. L’interfaccia del report è simile a quella di Google Analytics per Firebase, ma un po’ diversa dalla view di GA3.

Ad un primo approccio GA4 potrebbe scombussolarti perché i report e le metriche a cui sei abituato non ci sono più, sono stati eliminati o sostituiti.

Vedrai differenti impostazioni di base dei report della GA4 view e non vedrai molti report. Questo perché adesso, ancora più di prima, molti report sono generati solo quando inizi a tracciare gli eventi.

(Se non hai molto tempo per leggere l’articolo, ti rimando al webinar di Stefano, dove potrai capire tutti i vantaggi della nuova GA4 property e anche fare domande)

I Vantaggi nell’uso della GA4 property

1. Puoi avere insieme tutti i dati del tuo sito e della tua app in una sola GA property con un tracking molto affidabile su più dispositivi e piattaforme contemporaneamente.

2. La reporting view della property GA4 mostra il numero di users unici totali di tutte le piattaforme. Un dato che non era possibile ricavare prima d’ora da nessuna parte in GA.

3. Il reporting view della property GA4 arriva con un nuovo set di reports chiamato “analysis” che ti permette di fare misurazioni avanzate. Questo era uno strumento disponibile prima solo per gli utenti GA 360.

La versione 360 di GA4 sarà disponibile in futuro.

4. GA4 arriva con la possibilità di connettersi a Big Query gratuitamente. Anche questa una funzione disponibile prima solo agli utenti GA 360. Ora puoi accedere ai dati grezzi (Raw Data) di GA e lavorarci sopra con le query SQL.

5. Non ci sono più limiti riguardo alla quantità di dati che puoi mandare ad una GA property, rimangono comunque alcuni limiti sul numero degli eventi unici che puoi usare.

6. La GA4 property ha una funzione chiamata “enhanced measurement” che permette il  tracciamento automatico per certe tipologie di eventi (come per esempio lo scroll, l’uso della funzione cerca, etc.) senza dover impostare alcuno strumento aggiuntivo.

7. La reporting view di GA4 fornisce un report chiamato “debugView” che ti aiuta a capire se hai impostato correttamente il tracking per le app.

8. Puoi misurare l’itinerario dei clienti che hanno acquistato attraverso il tuo sito web e le app. Queste informazioni cross-platform possono aiutarti a:

  • #1 Migliorare la tua comprensione del percorso di acquisto dei clienti attraverso le piattaforme e fornire di conseguenza una migliore esperienza utente.
  • #2 Risolvere i problemi di attribuzione cross-device. Ad esempio, puoi determinare il numero di utenti che hanno iniziato il loro percorso di acquisto sulla tua app prima di visitare il tuo sito web per completare l’acquisto.
  • #3 Comprendere l’efficacia delle tue campagne di marketing sui dispositivi o sulle piattaforme.Ad esempio, è possibile determinare i canali di marketing responsabili dell’acquisizione del maggior numero di clienti su piattaforme diverse.

9. La reporting view di GA4 fornisce un nuovo set di metriche riguardo il coinvolgimento (sessioni coinvolte, tempo di coinvolgimento ,etc.) aiutandoti a monitorare molto più accuratamente il coinvolgimento dei tuoi utenti sia sul sito che sull’app.

Non esiste più il concetto di “bounce rate” nei report di GA4. Questo parametro è stato sostituito dal “engagement rate” (ovvero tasso di coinvolgimento), calcolato come :

Engagement Rate = engaged sessions / sessions

In questo caso, una “Engaged session” è una sessione GA in cui un utente ha interagito attivamente con il tuo sito web o app per almeno 10 secondi.

E dato che il tasso di coinvolgimento non si basa solo sulle visualizzazioni di pagina, può essere facilmente utilizzato su tutte le piattaforme (sito o app per dispositivi mobili) per la misurazione del coinvolgimento degli utenti.

Questo non è il caso della metrica di bounce rate che di solito non riesce a misurare il coinvolgimento degli utenti su app. Inoltre, il bounce rate non funziona bene in alcune nicchie, come quelle dell’editoria (notizie, blog) in cui sono normali sessioni di una sola pagina.

La nuova struttura dell’ Account di Google Analytics 4 

 

Con l’avvento della nuova GA4 property , la struttura dell’account di Google Analytics è un po’ cambiata. Ora il flusso di dati è sotto la GA4 property. 

Nell’ ecosistema di Google una organizzazione rappresenta un’azienda che usa uno o più prodotti Google.

Puoi collegare più account GA alla tua organizzazione e ogni account GA è formato da una o più properties. Prima la property mostrava o i dati del sito o i dati dell’app. Ora invece la property GA può rappresentare i dati di ambedue le fonti insieme.

La property che raccoglie i dati dal tuo sito si chiama “Web” property.

Quella property che raccoglie invece i dati dalla tua app si chiama invece “Apps” property.

La property che raccoglie i dati sia dal sito che dall’app si chiama “Apps e Web” property oppure ora prende il nome di “GA4 property”.

Ad oggi la GA4 property fornisce solo una reporting view. Questa view può contenere dati che provengono sia da una sola che da più fonti.

Introduzione al flusso di dati

Un flusso di dati ci riconduce inevitabilmente ad una fonte di dati.

Quando il flusso viene da un sito, è chiamato “web data steam”.

Quando invece il flusso viene da un’app, è chiamato “mobile app data steam”.

Per quel che riguarda il flusso di dati che proviene dalle app, se ne distinguono di ulteriori due tipi:

  1. IOS app data steam
  2. Android app data steam

questi flussi di dati saranno rispettivamente chiamati “IOS app data steam” e “Android app data steam”

Puoi aggiungere questo tipo di flusso di dati alla tua GA4 property così:

Puoi connettere più mobile app data steams alla tua GA4 Property, ma un solo web data steam.
Ricorda inoltre che la reporting view nella GA4  property non può raccogliere dati retroattivamente. Raccoglie dati solo dal momento in cui hai connesso il tuo flusso di dati alla property.

Quando connetti un nuovo flusso di dati alla GA4 property, ci possono volere fino a 24 ore prima di vedere i dati apparire nei tuoi report.

Un “web data steam” contiene: Steam URL, Steam name, Measurement ID e Steam ID:

Se fino a qui qualcosa non ti è chiaro ricorda che potrai farci tutte le domande che vuoi a partecipando a questo webinar!

Il nuovo modello di misurazione “Event + Parameter”

La GA4 property usa il modello di misurazione “Evento + Parametro” (che è user-centrico) al posto del tradizionale modello che aveva al centro sessioni + pageviews.

GA4 ti permette di tracciare qualsiasi attività, includendo anche le pageviews, come un evento e puoi anche impostare i tuoi parametri di misurazione eventi.

Il nuovo modello di evento è più flessibile del tradizionale modello in termini di abilità nel tracciare una maggiore tipologia di interazioni, dalle pageviews, all’apertura dell’app, agli scroll, ai download etc.

Google ha implementato questi cambiamenti per i seguenti motivi:

1. Rendere possibile visualizzare un report integrato che comprende sia i dati che derivano da app che quelli da sito in una sola view, cioé la GA4 reporting view.

2. Rendere possibile usare un singolo set di metriche per tutte le piattaforme.

Il modello basato su “event+parameter” ti permette di misurare qualsiasi evento in particolare e può automatizzare certi tipi di event tracking (come per esempio quello dello scroll) senza alcuna impostazione aggiuntiva a livello di codice.

Questa nuova funzione che misura automaticamente alcune interazioni degli utenti con i contenuti del tuo sito, in aggiunta al misuramento standard di page view, si chiama “Enhanced measurement”:

Alcune ultime avvertenze

#1 La GA4 property non é davvero pronta per un uso ampio e diffuso. Ci sono tante tipologie di reports che mancano quindi non devi assolutamente pensare di sostituire GA3 con GA4. Piuttosto puoi creare e usare la GA4 property in parallelo a quella di GA3.

#2 Puoi raccogliere per ora davvero pochi dati riguardo gli e-commerce nel reporting view della GA4 property. Questo è uno dei motivi per cui non è ancora adatto per un uso “commercial”.

#3 L’impostazione e l’implementazione di analisi e tag di marketing non sono le stesse di una volta. Quindi la migrazione a GA4 potrebbe richiedere parecchio tempo ed essere difficoltosa.

Ecco come iniziare

Per fornirti più informazioni e chiarimenti, abbiamo organizzato un webinar in modo da poter discutere di Google Analytics 4 e fornire eventuali chiarimenti! Parleremo anche di un’introduzione al tracking e-commerce, piccola mancanza momentanea di Google Analytics 4.

C’è inoltre un articolo già pronto che ti spiega nel dettaglio come fare l’upgrade a Google Analytics 4.

  1. Iscriviti al webinar in diretta di Stefano ed Emanuele in cui spiegano nel dettaglio le novità di GA4
  2. Iscriviti alla newsletter di Digital Pills in pubblicheremo tutti i nuovi aggiornamenti.
  3. Contattaci se hai bisogno di supporto e saremo felici di aiutarti!

A presto!